Chiesa di San Bernardo

Chiesa San Bernardo

Le origini della chiesa sembrano risalire agli inizi del XVI secolo, quando venne eretta come semplice cappella entro la prima cerchia di mura della città e collegata alla chiesa di S. Martino, posta al di fuori della cinta fortificata. Nel 1583 si insediarono nell’annesso convento i Francescani, che dal 1588 intrapresero notevoli lavori di ristrutturazione.

La facciata in mattoni è scandita da due lesene e da una cornice marcapiano e culmina in un semiarco su cui è posta una croce in ferro con lo stemma dei francescani. Degno di nota è il campanile, addossato al fianco sinistro dell’edificio e risalente al 1413: ha una struttura a pianta quadrata e due coppie di monofore sovrapposte su ciascun lato. Il tetto è rivestito da una singolare copertura a scandole di terracotta smaltata, riferibile all’ultimo decennio del XVI secolo.

L’interno della chiesa, ricco di marmi, stucchi e decorazioni, è a tre navate. La volta della navata centrale è stata dipinta a metà del XIX secolo. L’altare maggiore fu invece eretto nel 1726.

Testo tratto da: C.E.I. – Conferenza Episcopale Italiana Ufficio Beni Culturali ed Ecclesiastici della diocesi di Saluzzo (Testi di: Elisa Cottura)